INTERVISTA A TATA SIMONA. LA MODA E I BAMBINI

tata simonaIntervista a Tata Simona. La moda per i bambini

Simona Capria. La conosciamo bene anche come Tata Simona. Scrittrice, consulente infantile, personaggio televisivo e mamma di 2 bambini. Una femminuccia e un maschietto. L’ho intervistata per Sofiscloset e abbiamo parlato assieme di moda e bambini. E lei ci ha dato le sue risposte come professionista e come mamma.

Tata Simona. La moda per bambini. A me è sempre piaciuta perchè è solare e ha quell’aria rassicurante e gentile che vorresti sempre incontrare nelle persone che fanno il suo lavoro. Ma poi che si vorrebbe trovare nelle persone in generale. Abbiamo chiacchierato di moda per bambini. Perchè questo è un blog di moda per bambini. Ma con Simona la guardiamo oggi da un’altra angolazione. Da una nuova prospettiva. Quella di un’esperta consulente infantile. E’ stata una chiacchierata davvero interessante. Non solo per il blog, l’ho ascoltata con interesse come mamma.

Ci ha parlato degli indumenti più adatti da far indossare ai bambini per l’asilo, dell’importanza di rendere il bambino sempre più autonomo anche nella scelta degli abiti e del gioco simbolico del travestimento. E poi ci ha confessato che come mamma anche lei ha un debole per la moda in formato “mini” :). Ecco cosa ci ha raccontato:

tata simona

D: Simona, dai un consiglio a noi mamme che amiamo la moda e che ci piace divertirci anche con la moda per bambini. Cosa dobbiamo evitare per l’asilo. 

I bimbi al nido e alla scuola materna devo essere comodi e quindi  indossare tutto ciò che permette loro di raggiungere una certa autonomia. Per esempio, i bambini che hanno tolto il pannolino devono essere autonomi nel gestire i loro vestiti. Sarebbero da evitare i pantaloni con bottone, mentre per quanto riguarda sopra, l’ideale sarebbe una maglietta e una felpa. I bambini infatti si sentono molto gratificati nel far da soli e nel poter gestire da soli gli indumenti. Per il nido invece bisogna tenere in considerazione che le educatrici devono cambiare spesso i bambini per cui è meglio evitare alcuni indumenti come ad esempio la salopette. E considerare che durante il momento della nanna il bambino ha bisogno di comodità, quindi un leggins o un pantalone con elastico è da prediligere al  jeans.

D. Sofia ha 21 mesi e inizia a voler scegliere da sola cosa indossare. Mi consigli di assecondare il suo gusto e le sue scelte? Ossia la libertà nella scelta dei vestiti da indossare è un modo per assecondare la manifestazione della personalità dei bambini e la loro autonomia? 

I bimbi intorno ai 2 anni iniziano a voler imporre il loro volere. Tuttavia sono ancora molto piccoli per poter scegliere da soli, ma vanno comunque stimolati ad aumentare la loro autostima facendogli capire che per noi la loro idea è importante. Un suggerimento, che io ho sperimentato anche con miei figli, è dare loro la possibilità di scegliere tra due indumenti. Così evitariamo che scelgano la canottiere in pieno inverno, oppure la gonna per andare all’asilo Quindi potete scegliere voi genitori e in base a più o meno due capi potete permettere al bambino di essere autonomo nella scelta.

D. Possiamo trovare nella moda un aspetto educativo? Possiamo usarla come un modo per stimolare i bambini a sviluppare un gusto estetico e a imparare a conoscere i diversi tessuti e colori?

Sicuramente è un bel gioco. Giocare con i colori e con le immense sfumature di colore dei tessuti, soprattutto per i bimbi molto piccoli, può essere divertente per imparare i diversi colori e un modo per abituarsi ad abbinarli quando saranno più grandi. E’ un gioco che pone le basi per aiutarli ad essere autonomi in futuro nelle scelta d’abbigliamento.

D. Un gioco molto comune tra i bambini è il travestimento. Perchè per loro è così importante e che cosa vogliono comunicare con questo gioco?

I travestimenti sono un meraviglioso gioco simbolico. Travestirsi e imitare la mamma che fa la spesa, il papa che va al lavoro è’ un gioco importantissimo. Ed è importante anche per il genitore che osserva perchè permette di capire cosa sentono i bambini, i loro desideri, la loro visione del mondo. Per i bimbi il travestimento è divertentissimo e io consiglio sempre di tenere in casa una cesta con tanti indumenti come vecchie magliette, foulard, cappelli che loro possono usare per il loro gioco.

D. E la domanda per Simona mamma. Che rapporto hai con la moda per bambini. Come mamma hai anche tu un debole per la moda formato “mini”?

Secondo me è impossibile non avercelo un debole perchè ci sono dei capi che sono davvero delle meraviglie. Credevo che con il figlio maschio non avrei avuto la stessa soddisfazione che ho avuto con la femminuccia nell’acquistare vestitini invece mi sono dovuta ricredere e trovo dei capi da piccolo ometto meravigliosi. Devo dire inoltre che riesco sempre a trovare capi che mi soddisfano e le case di abbigliamento sono molto attente a proporre vestiti per bambini sia belli che comodi e pratici.

D. Ti piace leggere i blog? E se si quali blog ti piace seguire? Food, fashion, design…

Si leggo i blog e leggo un po’ tutto. E’ un modo per tenersi aggiornati in modo divertente. Mi piace cucinare per cui seguo i diversi blog di cucina anche assieme a mio marito, professionista e appassionato del settore food. Leggere assieme i blog di cucina diventa un modo per chiacchierare assieme e confrontarci su ricette, vini ed eventi del settore.

Grazie mille Simona 🙂

DAN_442

(credit pics: Simona Capria)

 Ti va di leggere ancora qualcosa?
Cerimonia. Un look da bimba colorato e trendy
In giro per press day. Il Gufo FW2015/16
Il denim elegante della moda Elsy

SEGUIMI ANCHE SU FACEBOOK (qui)

Se ti è piaciuto questo post condividilo sul Facebook utilizzando il pulsante socila qui sotto 🙂

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestBuffer this pageShare on TumblrEmail this to someone

Inserisci una risposta